Tecnica, benefici e materiali

Il Nordic Walking (NW), disciplina nata in Finlandia a partire dagli esercizi di allenamento estivo dei fondisti, vanta oltre 8 milioni di praticanti in 40 Paesi del mondo -concentrati nell’Europa del Nord- e rappresenta uno degli sport di fitness di maggior crescita, poiché:

  • è semplice da apprendere, consistendo essenzialmente nel camminare -secondo una ben definita tecnica- con dei bastoni creati per questo sport;
  • può essere praticato da chiunque, indipendentemente da età, sesso e preparazione fisica, in tutte le stagioni ed ovunque, dai sentieri nei boschi ai parchi, dalle spiagge agli itinerari alpini, dalla collina alla città, secondo tre livelli – benessere, fitness e sport – dove ognuno trova l’intensità adatta alla propria condizione fisica;
  • è poco costoso, richiedendo solo un paio di bastoni specifici e delle calzature adatte all’escursionismo;
  • praticandolo si utilizza oltre il 90% della muscolatura del corpo, senza sollecitare in modo eccessivo le articolazioni. L’appoggio del bastone sul terreno permette una notevole riduzione del carico sulle articolazioni delle ginocchia e delle caviglie e sulle anche, con il coinvolgimento della muscolatura degli arti superiori;
  • è adatto a chiunque abbia disturbi alla colonna vertebrale, alle articolazioni dell’anca, alle ginocchia o alle caviglie ed è utile nel trattamento dell’instabilità del bacino, del colpo di frusta, dei problemi cronici alla schiena, oltre a recar giovamento a pazienti diabetici, cardiopatici e a persone in soprappeso o con affezioni ostruttive polmonari croniche.

Essenzialmente il Nordic Walking si basa su:

  • una corretta tecnica del camminare;

F35b

  • la postura e l’allineamento del corpo corretti;
  • l’utilizzo corretto dei bastoni, secondo una tecnica derivata dal passo alternato dello sci nordico.

In sintesi il Nordic Walking consiste nell’utilizzare i bastoni nella camminata corretta, con un modo naturale e armonioso di muoversi,  ottenendo i seguenti benefici:

  • l’aumento del consumo calorico fino al 45% e della frequenza cardiaca di 10-15 battiti/minuto rispetto alla camminata tradizionale;
  • il miglioramento di postura, coordinazione, resistenza aerobica, flessibilità e mobilità delle articolazioni e del metabolismo dei dischi della colonna vertebrale (utile per la prevenzione e la cura dei problemi di schiena);
  • la riduzione di tensioni muscolari e dolori nella zona delle spalle e della nuca;
  • rinforza i sistemi immunitari e previene malattie e disturbi cardiocircolatori;
  • azione positiva per controllare la pressione sanguigna, il livello del colesterolo e dei trigliceridi;
  • contribuisce a combattere lo stress e la depressione.

I bastoni per il Nordic Walking

Nei bastoni da Nordic Walking si distinguono: la manopola con guantino, la canna e la punta con gommino da asfalto.

F36 F37 F38

La manopola deve essere ergonomica per adattarsi alla mano e per fornire un’impugnatura perfetta, in materiale confortevole per evitare irritazioni alle mani.
Il guantino o lacciolo deve essere facilmente regolabile per adattarsi ad ogni mano, distinguendosi tra il lacciolo “CR”  che non blocca il pollice e il lacciolo “Quick Lock” che consente le sgancio veloce grazie ad un pulsante.
La canna, in materiale composito (fibra di vetro/carbonio) deve essere leggera così da permettere una naturale oscillazione del braccio e in modo da evitare di trasmettere vibrazioni a spalle, gomito e polso, che originerebbero tensioni al collo e alle spalle. La canna deve anche essere resistente (le migliori sono garantite a vita) e leggermente flessibili.
La punta in metallo duro, inclinata per favorire una presa ottimale durante la fase di appoggio sul terreno, deve garantire una tenuta efficace su superfici dure o ghiacciate. Ogni punta deve avere un gommino asportabile, da applicare quando si cammina su superfici dure come asfalto o cemento, per facilitare la presa sul terreno e per attutire gli shock da impatto sulle articolazioni.

La lunghezza corretta del bastone
Per individuare la corretta lunghezza del nostro bastone occorre impugnarlo senza gommino: l’angolo del gomito tra avambraccio e braccio dovrebbe essere all’incirca di 90°. Nella scelta occorre tenere presente anche le proporzioni degli arti, l’ampiezza del passo, la mobilità delle articolazioni, la forma fisica. La lunghezza viene individuata indicativamente in base alla formula, che non sempre fornisce un risultato adeguato :

lunghezza bastone = altezza persona in cm x 0,68

Per il livello benessere si può scegliere un bastone anche un po’ più corto, mentre per il livello sport è preferibile optare per un bastone di 5-10 più lungo.

L’abbigliamento

L’abbigliamento consigliato per la pratica del NW è quello che si utilizza per l’escursionismo: il mercato offre ormai una vasta gamma di prodotti per tutte le stagioni, le esigenze e le tasche, ma non esiste un abbigliamento standard poiché le condizione fisiche, il metabolismo e la tolleranza alle temperature sono ben diverse tra gli individui.  In questa sede ci limitiamo a consigliare di acquistare -tra i vari indumenti- anche capi in tessuti tecnici antisudore, che permettono un’efficace traspirazione e non trattengono odori sgradevoli.
L’abbigliamento a strati è pratico, ma bisogna ricordare che il numero di strati necessari dipende sia dalla situazione climatica sia dal calore prodotto dal corpo. I primi strati servono per assorbire il sudore in modo tale da lasciare il corpo asciutto. Tra gli strati dovrebbero esserci strati di aria, che permettono una sorta di ventilazione al corpo e isolano al contempo dal freddo. Lo strato più esterno protegge dalla pioggia e dal vento ed è necessario che sia traspirante e confortevole. La combinazione di strati deve essere adattata alle circostanze climatiche prevalenti.
Anche la scelta dello zaino va ben ponderata: dallo zainetto per la breve passeggiata a quelli più capienti e accessoriati per escursioni di alcuni giorni, occorre ricordare che il peso che portiamo sulle spalle deve essere equilibrato regolando al meglio cinghie e spallacci. Si consigliano gli zaini con il basto -che facilitano la traspirazione della schiena- e dotati di scomparti e tasche esterne per boracce e altri accessori di frequente utilizzo.

Le scarpe

F41 F39 F40

Le scarpe sono fondamentali per praticare il NW:  devono fornire un perfetto supporto al piede e correggerlo se necessario grazie a plantari adeguati. Particolare attenzione va dedicata sia ai materiali (preferibili quelli impermeabili) e sia alla suola, preferibilmente arrotondata nel margine posteriore e solida ma dotata di un’adeguata flessibilità, così da permettere una buona rullata del piede. La scelta della misura ottimale garantirà un sufficiente spazio per le dita dei piedi, importante per consentire anche lunghe escursioni senza accusare fastidiosi dolori.

La Scuola di Nordic Walking | Contatti e Informazioni
Copyright © 2017. Tutti i diritti sono riservati
Progettazione Claudio Baldi e Ute Ludwig - Realizzazione LaManifattura
Torna in cima